skip to Main Content
Carlo Ancelotti Ospite D’onore All’ONU E Protagonista Del Forum Change World Model United Nations

Carlo Ancelotti ospite d’onore all’ONU e protagonista del forum Change World Model United Nations

Carlo Ancelotti difficilmente potrà dimenticare la data del 16 marzo 2018. Questo venerdì, infatti, il tecnico di Reggiolo ha avuto il privilegio di salire sul podio dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (New York) e tenere una conferenza dal titolo “Talento e regole”. Una cornice imponente, capace di scuotere anche un uomo così esperto come Carlo Ancelotti: “È stato davvero emozionante, avere l’onore di rivolgersi a un pubblico mondiale da quel podio è un’esperienza incredibile. Qui si prendono decisioni molto importanti per l’intero pianeta”.

Ancora in attesa di poter tornare a sedersi su una panchina, il tecnico italiano è stato uno degli invitati illustri al settimo CWMUN (Change World Model United Nations), uno dei forum studenteschi più grandi del pianeta. Per sei giorni, 3.000 ragazzi provenienti da 110 paesi hanno discusso dello sviluppo sostenibile nel mondo, simulando il lavoro dei delegati delle Organizzazioni delle Nazioni Unite. Inoltre, Ancelotti ha avuto anche l’onore di discutere e condividere esperienze con personalità del calibro dell’ex presidente degli Stati Uniti, il democratico Bill Clinton, e con grandi amici, come l’italiano Marco Tardelli.

Al termine della giornata, Carlo Ancelotti ha avuto un incontro informale con Bill Clinton, che si è subito dichiarato ammiratore del tecnico italiano e non si è lasciato scappare l’occasione di fare una foto insieme a quello che, senza dubbio, è uno dei migliore allenatori di calcio del mondo. Carlo ha raccontato così il divertente incontro con l’ex presidente nordamericano: “Abbiamo fatto delle foto insieme perché volevamo conservare un ricordo di questa splendida giornata. Abbiamo condiviso aneddoti e curiosità… è stato davvero un privilegio poter conoscere un uomo che ha fatto tanto per la pace nel mondo, e che è ricordato da tutti come uno dei migliori presidenti degli Stati Uniti”.

Back To Top