skip to Main Content
Millenario Ancelotti

Millenario Ancelotti

Ci sono momenti speciali nella carriera di un allenatore e questo sabato sarà uno di quelli. Uno magico. Carlo Ancelotti raggiungerà la spettacolare quota di 1.000 partite nella sua carriera come allenatore, nel match contro l’Amburgo all’Allianz Arena (15.30 ore italiane).

Un traguardo da allenatori come Sir Alex Ferguson o Arsène Wenger e che d’ora in poi vanterà anche Ancelotti nel suo brillante palmares.“Sono felice di poter raggiungere questo traguardo nella mia carriera”, confessava alla vigilia della partita l’attuale tecnico del Bayern, che spera di poter festeggiare questo avvenimento nel miglior modo: vincendo contro l’Amburgo per portare a quota 592 il numero di trionfi incassati in quelle 1.000 partite.

Nel cammino percorso fino a raggiungere quei 1.000 match il tecnico romagnolo ha avuto più successi che fallimenti. Nelle 21 stagioni calcistiche come allenatore, Ancelotti ha vinto 18 titoli, tra i quali i più importanti sono i tre trionfi di Champions League, grazie a cui è stato battezzato Mr Champions, tutto un record nella storia del calcio. Una lunga carriera che però l’allenatore romagnolo ricorda molto bene, proprio come se fosse oggi: “Ricordo ogni singola partita che ho vissuto dalla panchina. Mi emoziono prima di ogni match…”, ammetteva il tecnico del Bayern.

Certamente il Bayern renderà omaggio a Carlo Ancelotti prima della partita all’Allianz Arena, però l’allenatore non vuole distrarre l’attenzione dal traguardo veramente importante del pomeriggio calcistico di questo sabato, ovvero, la vittoria contro l’Amburgo per continuare in testa alla classifica. L’esperienza è chiave ed Ancelotti avverte: “Dobbiamo essere al 100 per centro perché loro sono una grande squadra con attaccanti molto veloci che non ci renderanno la vita facile”. Forse è questo il segreto: non abbassare mai la guardia.

Back To Top